Milano | Sede di Banca Generali Private | Dal 17 dicembre 2018 al 7 aprile 2019

In mostra a Milano, nella Sede di Banca Generali Private, il Giappone perduto ritratto dai fotografi della Scuola di Yokohama e riscoperto da Linda Fregni Nagler.

Linda Fregni Nagler è una giovane artista di origini svedesi che ha scelto la città di Milano come sua casa d'elezione, la sua arte spazia tra le molte varianti della rappresentazione visiva, attingendo a culture diverse  e lontane e guardando oltre i confini dello spazio e del tempo.

In Hana to Yama, letteralmente Fiore e Montagna, Nagler mette in scena la sua visione alchemica del Giappone, attraverso gli scatti dei fotografi della Scuola di Yokohama, nata nella seconda metà dell'Ottocento durante la stagione di apertura delle frontiere e di modernizzazione del Paese del Sol Levante, che divenne all'epoca meta di artisti e intellettuali in un novello “grand tour d’oriente”.

Le fotografie originali, spesso di autori anonimi, collezionate dall'artista nel corso di lunghi anni di ricerca, ri-fotografate e stampate in camera oscura su carta cotone, poi colorate secondo le antiche tecniche pittoriche giapponesi, compongono un racconto immagnario, filtrato dalla storia e dallo sguardo di Nagler, che distilla l'essenza di un'epoca dimenticata riportandola in vita nei territori dell'immaginario.

Vedi anche:
Linda Fregni Nagler. Hana to Yama
Linda Fregni Nagler, la Scuola di Yokohama e il recupero della fotografia di un passato antico
 

FOTO


Hana to Yama. La poetica senza tempo di Linda Fregni Nagler

Linda Fregni Nagler, Untitled (Umbrella), 2018, Gelatina a stampa d'argento colorata a mano, 29.3 x 22.3 cm, Con cornice 43.7 x 42.4 cm
Linda Fregni Nagler, Untitled (Umbrella), 2018, Gelatina a stampa d'argento colorata a mano, 29.3 x 22.3 cm, Con cornice 43.7 x 42.4 cm
   
 
  • Linda Fregni Nagler, Untitled (Umbrella), 2018, Gelatina a stampa d'argento colorata a mano, 29.3 x 22.3 cm, Con cornice 43.7 x 42.4 cm
  • Linda Fregni Nagler, Fuji fromTokaido, 2018, Gelatina a stampa d'argento colorata a mano, 29.3 x 22.3 cm, Con cornice 43.7 x 42.4 cm
  • Linda Fregni Nagler, Untitled, 2018, Gelatina a stampa d'argento colorata a mano, 29.3 x 22.3 cm, Con cornice 43.7 x 42.4 cm
  • Linda Fregni Nagler, Fuji from Omiya, 2018 | Stampa su gelatina d'argento colorata a mano
  • Linda Fregni Nagler, Fujiyama form Gotenba, 2018, Gelatina a stampa d'argento colorata a mano, 29.3 x 22.3 cm, Con cornice 43.7 x 42.4 cm
  • Linda Fregni Nagler, Untitled (Cycas), 2018, Hand Colored Gelatin Silver Print, 154.4 x 118.4 cm, Con cornice 159.6 x 123.6 cm
  • Linda Fregni Nagler, Jinrikisha, 2018, Gelatina a stampa d'argento colorata a mano, 29.3 x 22.3 cm, Con cornice 43.7 x 42.4 cm
  • Linda Fregni Nagler, Jinrikisha, 2018, Gelatina a stampa d'argento colorata a mano, 29.3 x 22.3 cm, Con cornice 43.7 x 42.4 cm
  • Linda Fregni Nagler, Fuji-Yama from Iwabuchi, 2018, Gelatina a stampa d'argento colorata a mano, 29.3 x 22.3 cm, Con cornice 43.7 x 42.4 cm
   

COMMENTI

VEDI ANCHE


Il Prado: meraviglioso scrigno di vita, sogni e memorie foto | Al cinema | Dal 15 al 17 aprile 2019 Il Prado: meraviglioso scrigno di vita, sogni e memorie Al cinema il docu-film evento che celebra i 200 anni del Museo del Prado.   Etiopia: un viaggio oltre il mito foto | Verona | Museo di Storia Naturale | Dal 24 marzo al 30 giugno 2019 Etiopia: un viaggio oltre il mito Dall'antico regno della regina di Saba, luogo della memoria e dell'immaginazione, affiorano tracce mitiche di viaggi incredibili.   Andrea del Verrocchio, maestro del Tempo foto | Firenze | Palazzo Strozzi | Dal 9 marzo al 14 luglio 2019 Andrea del Verrocchio, maestro del Tempo Verrocchio, il maestro di Leonardo, ovvero quando lo spirito del tempo sbircia la sua epoca attraverso gli occhi di un singolo talento.   Canova, l'Antico e l'attualità del classico foto | Museo Archeologico Nazionale di Napoli | Dal 28 marzo al 30 giugno 2019 Canova, l'Antico e l'attualità del classico I capolavori di Canova dialogano con le opere classiche in un sorprendente confronto che evidenzia un legame unico tra un artista moderno e l’arte antica.   Tra Ferrara e Roma con Mimì foto | Pieve di Cento Bologna | Museo MAGI '900 | Dal 23 marzo al 13 maggio 2019 Tra Ferrara e Roma con Mimì Mimì Quilici Buzzacchi. Da Ferrara a Roma e ritorno, gli anni della transizione 1943 - 1962 è un tributo ad una grande artista protagonista del suo tempo.   Il Paradiso Perduto di Gauguin foto | Al cinema | Dal 25 al 27 marzo 2019 Il Paradiso Perduto di Gauguin Il film evento dedicato all'artista divenuto leggenda, un elogio al fascino dell’esotico e al mito del selvaggio.   Inno alla libertà: La lettura secondo Steve McCurry foto | Torino | Palazzo Madama | Dal 2 marzo al 1° luglio 2019 Inno alla libertà: La lettura secondo Steve McCurry Un viaggio fotografico nel mondo della lettura, attraverso i decenni e i continenti.   Gli animali nell'arte. Protagonisti nella pittura, dal ritratto al mito foto | Brescia | Palazzo Martinengo | Dal 19 gennaio al 9 giugno 2019 Gli animali nell'arte. Protagonisti nella pittura, dal ritratto al mito Un'originale e approfondita rassegna dedicata alla rappresentazione degli animali nell’arte tra XVI e XVIII secolo.   Canaletto e il Genio della Serenissima foto | Venezia | Palazzo Ducale | Dal 23 febbraio al 9 giugno 2019 Canaletto e il Genio della Serenissima Canaletto & Venezia, una grande mostra dedicata a Canaletto e al '700 veneziano.   Il pittore Moroni e le ricchezze del ritratto rinascimentale foto | Arte intorno al mondo | New York | The Frick Collection | Dal 21 febbraio al 2 giugno 2019 Il pittore Moroni e le ricchezze del ritratto rinascimentale In mostra nel cuore di Manhattan volti e storie del fior fiore del Rinascimento.   I misteriosi foto | Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci Milano | Dal 19 febbraio al 19 maggio 2019 I misteriosi "Animaris" venuti dal Nord In mostra gli   Sulle tracce di Antonello da Messina foto | Milano | Palazzo Reale | 21 febbraio - 2 giugno 2019 Sulle tracce di Antonello da Messina Milano dedica una mostra imperdibile al Maestro indiscusso del Quattrocento italiano.