Nell’occhio di Escher

Mano con sfera riflettente di Maurits Cornelis Escher
 

10/11/2004

Fino al 23 gennaio a Roma, nelle sale dei Musei Capitolini: “Nell’occhio di Escher”. L’esposizione che rientra nel fitto carnet di iniziative programmate per i festeggiamenti del I Centenario dell’Istituto Olandese di Roma, presenta più di cento opere del grande maestro olandese. In mostra opere, provenienti dalla Fondazione Escher, da alcuni Musei Olandesi (il Rijksmuseum di Amsterdam ed il Gemeentemuseum de L’Aja) e da collezioni private che illustrano il lavoro di Escher, a partire dalle sue prime immagini per giungere a quelle più note della piena maturità. Paesaggi, vedute di paesi di montagne o di mare, disegni preparatori o matrici originali in legno. E non solo: sarà possibile ammirare anche alcune famose incisioni come “Le mani che si disegnano” del 1948, “Salita e discesa” del 1960 e una delle notissime “Metamorfosi”, incisioni che in molti casi raffigurano il paesaggio italiano visto attraverso gli occhi dell’artista nei suoi numerosi viaggi nel nostro paese. La mostra curata da Bert Treffers e Federica Pirani in collaborazione con Lidy Peters, propone inoltre, per la prima volta, una serie di opere dedicate a Roma, dove l’artista soggiornò per molti anni. Nell’occhio di Escher Fino al 23 gennaio 2005 Roma, Musei Capitolini, Palazzo Caffarelli Dal martedì alla domenica dalle ore 9.00 alle ore 20.00 – la biglietteria chiude un’ora prima – lunedì chiuso Info Tel. 0639967800 www.museicapitolini.org

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >