Padova celebra Petrarca

Casa di Francesco Petrarca, Laura e il Poeta
 

29/04/2004

Padova dedica per celebrarne i settecento anni dalla nascita una grande mostra a Francesco Petrarca. L’esposizione che sarà allestita ai Musei Civici degli Eremitani dal 8 maggio al 31 luglio, ripercorre tutta la vicenda artistica e personale del poeta. A Padova Francesco Petrarca fu a più riprese: quasi ininterrottamente dal 1368 al 1374 (anno della morte), ospite di Francesco il Vecchio da Carrara, per il quale svolse anche incarichi pubblici. Durante quegli anni Padova divenne uno dei centri nevralgici di quella cultura umanistica che trovò in Petrarca la sua sintesi perfetta, e divenne meta di visitatori illustri e intellettuali, come Giovanni Boccaccio, che trovarono un punto di riferimento nella casa del poeta, prima a Padova e poi ad Arquà. L’ allestimento disegna un percorso all’interno delle sale lungo il quale il visitatore verrà introdotto dapprima all’ambiente padovano del Trecento, la fervente cultura e i suoi molteplici aspetti, per poi analizzare tutto ciò che Petrarca significò per le arti minori, la musica e la pittura. Nella mostra divisa in sezioni tematiche, sono esposte circa 170 opere, tra cui raffinatissimi codici provenienti da prestigiose istituzioni quali la Biblioteca Nazionale di Parigi, la Biblioteca Apostolica Vaticana, la Biblioteca Marciana di Venezia, il Victoria & Albert Museum di Londra e da altre prestigiose raccolte italiane e straniere: alcuni da osservare più da vicino, per scorgervi la mano dell’autore stesso, o di chi gli fu collaboratore, o allievo, o epigono, altri d’aspetto preziosissimo, illustrati e miniati in modo meraviglioso. Cuore della mostra è il manoscritto Vaticano latino 3196, eccezionalmente concesso dalla Biblioteca vaticana: si tratta probabilmente del più importante manoscritto della lirica italiana, perché contiene, autografe, venti carte scritte dalla mano del Petrarca in tempi diversi (dal 1336 alla morte), e permette di spiare l’officina poetica intuendo i ripensamenti, i tempi e il procedere non solo del lavoro ma anche del pensiero del Petrarca. Il “Progetto Petrarca” è completato da concerti, incontri e letture programmati che si susseguiranno durante l’intera durata dell’esposizione allestita agli Eremitani. “PETRARCA E IL SUO TEMPO” Padova, Musei Civici agli Eremitani (Piazza Eremitani) Dall’8 maggio al 31 luglio 2004. Orario: tutti i giorni, dalle 9 alle 19; lunedì chiuso. Apertura serale: tutti i giovedì dalle 21 alle 23. Biglietti: intero (per mostra e museo) euro 10; cumulativo (mostra, museo e Cappella degli Scrovegni) euro 12; ridotto euro 8, scuole euro 5; Padova Card (mostra, museo, Palazzo della Ragione e Casa del Petrarca), euro 14+1 per prenotazione della Cappella degli Scrovegni. Informazioni: Settore Attività Culturali – Settore Musei e Biblioteche – Padova: Tel 049/8204502 – fax 049/8204547

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >