A casa di Philippe Daverio: la biblioteca apre per una mostra-mercato di oggetti antichi

Biblioteca del Daverio
 

22/11/2012

Milano - L’appuntamento è per tutti i giovedì, a partire da oggi fino al 22 dicembre. Le porte della casa di Philippe Daverio (critico d’arte e conduttore televisivo), o meglio quelle della sua biblioteca si aprono per ospitare una mostra di oggetti d’arte e design selezionati dalla moglie, Elena Gregori, insieme al gallerista Marco Teseo. Il contenuto della mostra è affascinante (lanterne, vasi, porcellane, pettini, spazzole, candelieri, alari, sedie, totem, tavoli, scrivanie, libri, bigiotteria, divani, vetri, grafica pubblicitaria anni ’20 e ’30, calamai, piatti, posate, poltrone, avori e bronzi, tutti oggetti di arredo e d’uso quotidiano ma di raffinata fattura databili dal ’600 al ’900 e provenienti da collezioni private) ma il contenitore non lo è da meno: un ex refettorio nel cuore di Milano.

La biblioteca si trasforma così, per l’occasione in una sorta di “camera delle meraviglie” alla maniera di quelle in cui i collezionisti del periodo dal XVI al XVIII secolo conservavano le loro raccolte di oggetti preziosi o fuori dal comune. Nel corso di ognuno dei Giovedì del Daverio, ci saranno delle sorprese: occasioni per parlare di arte e antiquariato. L’iniziativa ha anche uno scopo benefico perché parte del ricavato sarà devoluto in beneficenza al reparto di Chirurgia Toracica dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano e all’Associazione ZampaAmica di Lecco.

N.S.

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >