Il 1 gennaio nuove aperture straordinarie

Il successo del 28 dicembre

Veduta di una ricostruzione delle Terme di Diocleziano
 

La Redazione

31/12/2013

Roma - Con grande soddisfazione il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo comunica che la partecipazione all’iniziativa di aprire gratuitamente i musei il 28 dicembre è stata altissima. In particolare, è stata registrata un’affluenza di 55mila visitatori nella fascia compresa tra le 20 e le 24, orario di pertinenza della manifestazione “Una notte al museo”, che rispetto all’edizione dello scorso 28 settembre ha mostrato una crescita del 45%.

Dai dati emerge quindi una predilizione per le visite serali, a cui si somma un maggiore apprezzamento dell’iniziativa nell’area del centro-sud. Tra i siti più visitati nel meridione spiccano infatti: la Reggia di Caserta (6394 visitatori oltre ai 4308 diurni), il Museo Archeologico di Napoli (4137), il Palazzo Reale di Napoli (3594) e il Museo Capodimonte (2800), e si segnalano lunghe file a Reggio Calabria per i Bronzi di Riace (5000 ingressi nella giornata di cui 2454 dopo le 20).

Spostandosi al centro si registrano poi ottime le ottime performance del Museo Nazionale Romano (Terme di Diocleziano, Palazzo Massimo, Crypta Balbi e Palazzo Altemps che hanno totalizzato 6506 ingressi), della Galleria Nazionale di Arte Moderna (2435) e del Museo Etrusco di Villa Giulia (2100).

In Toscana la regina è la Galleria degli Uffizi (2980), mentre in Veneto spiccano i 1253 ingressi alla Galleria Giorgio Franchetti alla Cà d’Oro.

Una nuova apertura straordinaria di musei e aree archeologiche statali è prevista per il 1 gennaio dove però l’ingresso non sarà gratuito.


Consulta anche:
250 i siti statali aperti per le feste


COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >