Giuseppina Magnini. La pittrice della tempesta

Giuseppina Magnini. La pittrice della tempesta

 

Dal 27 Novembre 2017 al 02 Dicembre 2017

Roma

Luogo: Biblioteca Angelica

Indirizzo: piazza S. Agostino 8

Orari: da martedì 28 a giovedì 30 novembre 10-18.30; venerdì 1 dicembre 10-16; sabato 2 dicembre 10-12

Enti promotori:

  • MiBACT

Costo del biglietto: ingresso gratuito

Telefono per informazioni: +39 06 68408045

E-Mail info: b-ange@beniculturali.it

Sito ufficiale: http://www.bibliotecaangelica.beniculturali.it/


Comunicato Stampa:
Mostra arte pittorica retrospettiva dedicata alla pittrice Giuseppina Magnini, artista scomparsa il 22 gennaio 2016.

Le opere esposte, 20 tele ad olio, consentiranno al visitatore di ripercorrere il cammino artistico della valente pittrice, all’insegna di un personalissimo stile pittorico che si richiama all’impressionismo francese.

Presso la galleria saranno presenti le più belle tele a olio prodotte, ricche di colori forti e gagliardi, molto spesso arricchite dal sapiente uso della spatola, con connotazioni di originalità e numerosi segnali di evoluzione nel corso della lunga vita dell’artista.
La mostra è nata dal desiderio della famiglia dell’artista di rendere possibile una visione generale delle principali opere realizzate dalla pittrice, nel corso della sua lunga vita artistica. L’esposizione é stata resa possibile grazie alla messa a disposizione di opere appartenenti a collezioni private dei figli e amici collezionisti che attualmente le detengono.

Giuseppina Magnini (Roma, 1926-2016), al secolo Giuseppina Budini, fu soprannominata dal prof. Malverna (nel 1969), “la pittrice della tempesta”, per la sua predilezione nel ritrarre paesaggi, soprattutto di mare, con cieli nuvolosi, foschi o iridescenti, talvolta addirittura biblicamente tenebrosi fiammeggianti e apocalittici.
Negli ultimi anni di vita dell’artista, i cieli in tempesta sembrano attenuare la carica violenta e dare spazio a tonalità più rilassanti e tranquille.

Inaugurazione: lunedì 27 novembre alle ore 17

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI