Verso la mostra I Ciardi. Paesaggi e giardini - Gli appuntamenti con i curatori

Guglielmo Ciardi, Mattino alpestre [Sorapis], 1894 circa. Olio su tela, 150x300 cm. Venezia, Istituto di SS.LL.AA. – V.I.C.

 

Dal 17 Gennaio 2019 al 30 Gennaio 2019

Treviso

Luogo: Sedi varie

Indirizzo: sedi varie

Costo del biglietto: ingresso libero fino a esaurimento posti

Sito ufficiale: http://www.mostraciardi.it


Comunicato Stampa:
In attesa della mostra che aprirà il 16 febbraio a Palazzo Sarcinelli di Conegliano, I Ciardi. Paesaggi e giardini, promossa dal Comune di Conegliano e da Civita Tre Venezie, si terrà una serie di appuntamenti in varie sedi del territorio con lo scopo di sollecitare la riflessione sulle poetiche del paesaggio nell’opera dei Ciardi, una delle più affermate “famiglie” di pittori veneti tra ‘800 e ‘900, artisti particolarmente ispirati dalle visioni della terra veneta e protagonisti della scena artistica nazionale e internazionale.   I curatori, Giandomenico Romanelli con Franca Lugato, presenteranno l’opera di Guglielmo e dei figli Emma e Beppe, mettendo in evidenza peculiarità, convergenze e divergenze tra i tre artisti: le radicali novità del capostipite Guglielmo orientato verso lo studio dal vero della realtà; le originali chiavi espressive di gusto moderno della figlia Emma, instancabile viaggiatrice; la visione di Beppe che dalla poetica paterna giunge a una sintesi personale dagli accenti simbolisti, introducendo elementi tipicamente novecenteschi.   Grazie alla collaborazione degli enti e istituti ospitanti, gli appuntamenti si terranno: alla Fondazione Benetton di Treviso, in una conversazione con Eugenio Manzato, giovedì 17 gennaio, alle ore 17; al Centro Candiani di Mestre, venerdì 18 gennaio, alle ore 16.30.  Seguiranno: l’incontro a Palazzo Fulcis di Belluno, mercoledì 23 gennaio alle 17.30; l’incontro all’Ex Convento di San Francesco di Conegliano di sabato 26 gennaio alle 11.30 prevede anche la partecipazione del cocuratore Stefano Zampieri; infine, l’appuntamento all’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti di Venezia, mercoledì 30 gennaio alle ore 16.   La mostra e gli incontri che la precedono vogliono essere un contributo alla ricchezza paesaggistica del Veneto e delle sue dolci colline, attraverso un programma di conversazioni e incontri specifici che mirino a sottolineare la storia, l'arte e la bellezza delle nostre terre. Il progetto nasce, infatti, in sinergia con Il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, impegnato nella tutela del paesaggio delle colline di Conegliano Valdobbiadene, vero e proprio patrimonio vivente.      

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI