DIVERSI

Sonia Costantini, Blu imperiale, 2013 | Courtesy of IKONA VENEZIA

 

Dal 22 Gennaio 2019 al 22 Gennaio 2019

Venezia

Luogo: IKONA GALLERY

Indirizzo: Campo del Ghetto Nuovo, Cannaregio 2909

Orari: 19.30

Costo del biglietto: Evento a numero chiuso - massimo 35 posti - è possibile riservare il proprio posto inviando una mail entro domenica 20 gennaio 2019

Telefono per informazioni: +39 041 528937

E-Mail info: ikonavenezia@ikonavenezia.com

Sito ufficiale: http://www.ikonavenezia.com


Comunicato Stampa: voci
Nicoletta Maragno
Roberta Barbiero
regia
Nicoletta Maragno
progetto
Živa Kraus
Andrea Saccoman

La poesia afferma nel presente l’atto della vita.
In occasione de Il giorno della memoria, IKONA GALLERY ospiterà la recitazione di una silloge di versi tratta da raccolte di alcune poetesse di ogni epoca: da Saffo a Nelly Sachs, da Gaspara Stampa a Mariangela Gualtieri, da Emily Dickinson a Wislawa Szymborska, per citarne solo alcune.
Due attrici daranno voce e corpo alla parola impressa di vita e, nel giorno in cui il mondo sottolinea la memoria di una tragedia, saranno levatrici di versi che in direzione affermativa pronunciano ciò che non muore nonostante l’errore e il limite umano.

In galleria saranno esposte opere di Sonia Costantini, Joan Logue, Caroline Rose, John Batho, Zoran Mušič.

Nicoletta Maragno
Proviene dal Piccolo Teatro di Milano e dalla lezione di Giorgio Strehler con cui si diploma nel 1991 e con cui lavora per quindici anni a livello nazionale e internazionale, oltre che essere diretta o affiancare numerosissimi registi e attori come: Maurizio Scaparro, Giorgio Albertazzi, Valeria Moriconi, Carlo Giuffrè, Pino Micol, Licia Maglietta, Giancarlo Previati, all’interno di teatri nazionali quali il Teatro Eliseo di Roma, Teatri Uniti di Napoli, Teatro Franco Parenti di Milano, Teatro Stabile del Veneto. Nel cinema è stata diretta da Silvio Soldini, Carlo Mazzacurati, Andrea Prandstraller, Alessandro Rossetto, regista quest’ultimo di Piccola Patria approdato al Festival di Venezia 2013, o Riccardo Milani per la regia del quale è stata interprete del film a puntate per Rai 1 Di padre in figlia.
Premiata nel 2011 come Padovana Eccellente dall'allora direttore del Teatro Stabile del Veneto Alessandro Gassmann per il suo lavoro in teatro su tali temi di interesse sociale e sulle politiche di genere, Nicoletta è autrice e regista di spettacoli legati alle pari opportunità come M’ama?, spettacolo sulla maternità, Malamorenò sulla violenza contro le donne, ed è in costante fase di ricerca grazie alla sua collaborazione con l’Università di Padova e il forum dell’Università di Padova sulle politiche di genere di cui fa parte.
È autrice di numerosissimi lavori di drammaturgia su testi, compresi quelli che per nove anni ha presentato al Festival della letteratura di Mantova insieme alla nota scrittrice padovana Antonia Arslan e che hanno dato vita a progetti quali La Galassia Sommersa, Serao#04, Poetic Jazz Show e il suo ultimo Musa 3.0.
E’ formatrice teatrale e docente di recitazione teatrale e cinematografica nelle due Accademie Teatrali del Veneto riconosciute a livello nazionale, oltre che in numerosi altri ambiti.

Roberta Barbiero
Laurea magistrale in Filologia e Letteratura italiana conseguita con il massimo dei voti nel 2010 presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Dall’ottobre 2006 frequenta la Scuola di Teatro a L’Avogaria di Venezia diplomandosi nel giugno 2009 sotto la guida del maestro Riccardo Bellandi. Nel giugno 2012 si diploma all’Accademia del Teatro Stabile del Veneto con il maestro Alberto Terrani. Studia successivamente doppiaggio con Luca Dal Fabbro, Pino Pirovano, Gabriele Calindri, Claudio Moneta. Lavora come attrice per il teatro con Marcello Chiarenza, Riccardo Bellandi, Chiara Guidi, Karin Coonrod, Gary Stevens, e per il cinema con Sigi Rothemund, Romain Gavras, Stefano Lodovichi, Alessio Pollacci, Pietro Parolin, Emilio Briguglio.
Finalista sia come attrice sia come doppiatrice al premio Actors and Poetry Festival al palazzo Ducale di Genova e finalista Premio Più Luce al Vittoriale, premio di recitazione poetica. Attualmente impegnata come protagonista femminile nel film Stem Cell per la regia di Giuseppe Di Giorgio, in primavera sarà co-protagonista ne Il domani di Laura per la regia di Costantino Maiani, film impegnato contro la violenza sulle donne.

Con alle spalle quarant’anni di attività, IKONA PHOTO GALLERY viene fondata nel 1979 a Venezia, presso il Ponte di San Moisè, dall’artista e gallerista Živa Kraus, che tutt’ora la dirige. Dal 1989 Ikona Venezia è anche Scuola Internazionale di Fotografia. Ha realizzato progetti in diverse altre sedi prestigiose della città, fino ad arrivare nel 2003 a quella attuale, nel Campo del Ghetto Nuovo.
Nelle sue sale ha visto passare, nel corso del tempo, i più grandi rappresentanti della fotografia mondiale, da Berenice Abbott, a Gabriele Basilico, Antonio e Felice Beato, John Batho, Bruce Davidson, Adolphe de Meyer, Robert Doisneau, Giorgia Fiorio, Franco Fontana, Martine Franck, Chuck Freedman, Gisèle Freund, Gianni Berengo Gardin, Mario Giacomelli, Erich Hartmann, William Klein, Helen Levitt, Lisette Model, Paolo Monti, Barbara Morgan, Carlo Naya, Helmut Newton, Ferdinando Scianna, Rosalind Solomon.
Dal 2005 presenta ogni anno nel mese di gennaio una mostra dedicata a Il giorno della memoria.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI