Alcuni appuntamenti con il pittore di Guernica

Da Genova a Venezia via Parigi: un autunno con Picasso

Pablo Picasso, Grande bagnante che legge un libro, 18 febbraio 1937. Olio, pastello e carboncino su tela 97.5 x 130 cm Musée National Picasso, Paris. Dation en 1979 © Succession Picasso, by SIAE 2017
 

Samantha De Martin

10/07/2017

Genova - Ci sono le ceramiche e i disegni, le celebri bagnanti e le fotografie che lo ritraggono all'interno delle sue officine creative, nell'omaggio dedicato da alcuni musei italiani all'opera “ostinatamente mediterranea” di Pablo Picasso. Molti lavori provengono dal Museo Picasso di Parigi, anche questo sede, a partire dall'autunno, di due interessanti appuntamenti.
Dopo la straordinaria mostra appena conclusasi a Napoli - che ha celebrato l'artista ospitando Parade, l'opera più grande mai realizzata dal pittore spagnolo, allestita nell'Appartamento Reale del Museo di Capodimonte, da Genova a Venezia la travolgente bellezza del genio spagnolo sarà ancora al centro di alcuni interessanti eventi.
Un modo per ricordare i cento anni dal viaggio in Italia compiuto da Picasso nel 1917.

A GENOVA LE OPERE “PREFERITE” DA PICASSO

Palazzo Ducale rende omaggio al genio ludico, passionale, ribelle con una mostra che dal 10 novembre al 6 maggio presenterà al pubblico una selezione di opere, suddivise in sezioni tematiche, provenienti dal Muso Picasso di Parigi.
Dalle mediterranee bagnanti ai ritratti di donna degli anni Trenta e Cinquanta, l'esposizione ripercorre la straordinaria esperienza umana e artistica del pittore di Malaga.
Molte delle opere in mostra sono quelle alle quali l'artista era particolarmente affezionato, al punto da portarle sempre con sé nel corso degli anni, anche durante i suoi ripetuti spostamenti. Quello che emerge è, per questo motivo, un percorso intimo, delicato, dal quale emerge con vigore l'uomo Picasso.
Non mancano le fotografie che immortalano l'artista accanto alle sue creazioni, all'interno dei suoi eclettici atelier, dal Bateau-Lavoir alle dimore nella campagna provenzale, residenze degli ultimi anni.

PICASSO, IL MARE E “LE BAGNANTI” ALLA COLLEZIONE GUGGENHEIM

Ruota intorno a La Baignade, una delle tele più amate da Peggy Guggenheim e oggi parte della collezione del museo veneziano, la mostra Picasso sulla spiaggia in programma dal 26 agosto al 7 gennaio negli spazi espositivi delle Project Rooms di Palazzo Venier dei Leoni.
I disegni realizzati dall'artista tra febbraio e dicembre del 1937 saranno presentati accanto a tre opere e ad una scultura, e cercheranno di portare all'attenzione del pubblico il legame intenso tra l'artista e il Mediterraneo che tanta importanza ha ricoperto nella sua esperienza artistica. Basti pensare alle rappresentazioni del mare e dei bagnanti, o ancora della spiaggia, a quelle strutture compositive realizzate da Picasso prendendo spunto da Giorgione, Manet, Cezanne, Matisse.
La mostra rientra nell’intenso programma legato al progetto triennale Picasso-Méditerranée, promosso dal Museo Picasso di Parigi, volto a diffondere e valorizzare il legame dell'artista con la cultura del Mediterraneo.

A CASTIGLIONE DEL LAGO IN MOSTRA LA CERAMICA DI PICASSO

Le tre celebri serie di incisioni e acqueforti - nelle quali vengono illustrati il pezzo teatrale di Fernand Crommelynck, Le Cocu magnifique, la novella Carmen e una serie di ritratti di Honoré de Balzac - oltre a una trentina di ceramiche, saranno al centro della mostra Pablo Picasso. La materia e il segno. Ceramica, grafica in corso fino al 27 agosto al Palazzo della Corgna di Castiglione del Lago.
Dalle brocche in ceramica ai vasi antropomorfi, provenienti da raccolte e collezioni private e realizzatei tra il 1947 e la fine degli anni Sessanta, l'oggetto quotidiano diventa espressivo, intenso.
In questa sperimentazione di stili e temi, in cui trionfa l'esaltazione del dettaglio, le forme tradizionali diventano uniche. Ed è in questa teoria di pesci e volti di fauni, uccelli e picadores che sono racchiusi i temi iconografici prescelti dall'artista.

PICASSO A ROMA

Sarà un autunno all'insegna di Picasso anche nella Capitale. Le Scuderie del Quirinale, a partire dal prossimo 21 settembre, accoglieranno la mostra Pablo Picasso. Tra Cubismo e Neoclassicismo: 1915-1925, in collaborazione, tra gli altri, con il Centre Pompidou di Parigi. Circa cento opere documenteranno il forte impatto che l'esperienza italiana ebbe sulla formazione dell'artista.

1932: A PARIGI IL MUSEO PICASSO RICORDA L'ANNUS MIRABILIS DELL'ARTISTA

Un anno di Picasso racchiuso in una mostra. Il Museo Picasso di Parigi conduce il visitatore alla scoperta di un itinerario tra i lavori realizzati dall'artista nel 1932. Tra le tappe di questo annus mirabilis - ricordato nella mostra Picasso 1932. Année érotique - figurano la serie di bagnanti e alcune composizioni dedicate a Mariè-Thérèse Walter.
In questa che rappresenta la prima mostra incentrata sui capolavori del pittore, realizzati dal 1° gennaio al 31 dicembre 1932, il fil rouge dell'erotismo e della sensualità si intreccia con il tema della Crocifissione.
L'esposizione, realizzata in collaborazione con la Tate Gallery di Londra, si svolgerà dal 10 ottobre all'11 febbraio. Al centro ci saranno opere importanti nella carriera dell'artista, come Il sogno, la straordinaria rappresentazione di un morbido corpo di donna, addormentato, abbandonato, con la testa inclinata, su una poltrona rossa.
Sempre al Museo Picasso, dal 24 ottobre al 27 gennaio saranno esposti dieci capolavori offerti dall'artista al Museo nazionale d'Arte moderna, tra i quali spicca l'Aubade.

Leggi anche:


• Picasso, cento anni dal viaggio in Italia

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >