Tutti gli appuntamenti tra Utrecht, Rotterdam e Amsterdam

Da Caravaggio e Van Gogh a David Hockney: il 2019 olandese è all'insegna dell'arte

Vincent van Gogh, La mietitura, 1888, olio su tela, 91,8 x 73,4 cm. Courtesy Van Gogh Museum, Amsterdam (Vincent van Gogh Foundation)
 

Samantha De Martin

29/01/2019

Mondo - Avevano raggiunto Roma attraverso un lungo viaggio a piedi per contemplare di persona le opere di Caravaggio, a testimonianza di quanto i pennelli olandesi guardassero con ammirazione all’arte del belpaese.
Ci saranno anche loro - Gerard van Honthorst, Dirck van Baburen e Hendrick ter Brugghen - i tre caravaggeschi originari di Utrecht, al centro della mostra che porterà per la prima volta in Olanda tre inediti capolavori del maestro.
Utrecht, Caravaggio e l’Europa - al Centraal Museum di Utrecht fino 24 marzo - è solo il primo degli appuntamenti che scandiscono il calendario 2019 dell’arte in Olanda.
Durante l’esposizione di Utrecht, oltre ai lavori dei tre caravaggeschi, si potranno ammirare alcuni dipinti realizzati dai loro contemporanei europei e dallo stesso Caravaggio, provenienti anche dalle collezioni dei Musei Vaticani, del Louvre e della National Gallery of Art di Washington.
Accanto al prestito eccezionale rappresentato dalla Deposizione concessa dal Vaticano, a sorprendere il pubblico saranno anche la Medusa del Merisi, proveniente da una collezione privata, e il San Girolamo in meditazione.

Le vedute italiane del maestro Van Wittel - il pittore olandese rimasto pressoché sconosciuto nel paese natio ma diventato famoso in Italia per i suoi paesaggi romani, napoletani, veneziani caratterizzati da una estrema precisione - saranno al centro del percorso espositivo allestito al Kunsthal KaDE di Amersfoort - nella provincia di Utrecht - fino al 5 maggio. Qui sono esposti circa 45 dipinti e 30 disegni di Van Wittel provenienti da tutta Europa, affiancati da oltre 30 lavori, fra dipinti e disegni, di altri maestri olandesi e italiani.

A 350 anni dalla morte di Rembrand, per la prima volta nella storia, la Pinacoteca Mauritshuis sfodera per i visitatori, e in una sola mostra, l’intera collezione dedicata al maestro di Leida. Per celebrare il pittore nell’anno a lui dedicato, la Pinacoteca che vanta una delle più importanti collezioni di dipinti di Rembrandt al mondo esporrà 18 dipinti da sempre attribuitigli. Ogni opera è accompagnata da affascinanti storie relative alla scoperta, alle persone dalle quali è stata acquistata o donata, alle ricerche alle quali è stata sottoposta.

Dal 15 febbraio al 10 giugno il Rijksmuseum mostrerà, invece, contemporaneamente e in una sola mostra, tutti i capolavori di Rembrandt presenti in collezione: ben 22 dipinti, 60 disegni e 300 stampe.
Dalla pittura alla ceramica. La Royal Delf - la nota fabbrica attiva sin dal XVII secolo - celebra fino al 30 giugno la porcellana giunta in Olanda dall’Oriente a bordo della prima nave della Compagnia delle Indie Orientali. Un percorso scandito da cinque temi diversi metterà in luce il legame tra il Secolo d’oro e le creazioni moderne.

Il 2019 olandese all’insegna dell’arte prosegue a Rotterdam dove gli amanti di Picasso potranno ammirare alla Kunsthal, dal 9 febbraio al 21 maggio, la mostra Picasso on Paper. Un percorso accompagnerà i visitatori attraverso nature morte, corride, scene mitologiche, figure femminili, stampe a colori realizzate con la tecnica del Linocut in prestito dal Museo Boijmans Van Beuningen.
Non poteva mancare Van Gogh, al centro di due interessanti appuntamenti in programma al Museo Het Noordbrabants di Den Bosch e al Van Gogh Museum di Amsterdam. La prima rassegna dal titolo Van Gogh’s Inner Circle: gli amici, la famiglia e i modelli, in agenda dal 21 settembre 2019 al 12 gennaio 2020, rivelerà inediti aspetti dell’artista attraverso documenti riservati e personali, lettere e schizzi che hanno dato origine a opere immortali, ma anche ritratti e disegni dedicati alla cerchia più intima di amici e familiari. Il secondo appuntamento, in programma dal 1° marzo al 26 maggio 2019 al Van Gogh Museum, è un invito rivolto allo spettatore a scoprire l’innegabile influenza di Vincent sull’opera di David Hockney. La mostra - che esporrà diversi disegni su larga scala, oltre a video, quaderni di schizzi, acquerelli, disegni e manifesti in bianco e nero - metterà a confronto gli imponenti paesaggi del pittore britannico e quelli di Van Gogh. Tra le più suggestive, le vedute al centro dei dipinti La Mietitura e Veduta di Arles con iris.


Leggi anche:


• In Olanda per l'anno di Rembrandt


• Loving Vincent - In Olanda con Van Gogh


• Caravaggio e l'Europa in mostra a Utrecht


• Poesie, lettere, disegni. In Olanda una mostra sull'universo privato di Van Gogh

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >