Palazzi aperti. I Municipi del Trentino per i beni culturali - Percorsi che si intrecciano

Palazzi aperti. I Municipi del Trentino per i beni culturali - Percorsi che si intrecciano

 

Dal 12 Maggio 2017 al 20 Maggio 2017

Trento

Luogo: Sedi varie

Indirizzo: sedi varie

Enti promotori:

  • MiBACT
  • Servizio Cultura Turismo e Politiche Giovanili del Comune di Trento

Costo del biglietto: € 5,00 per ciascuna visita guidata. Ingresso gratuito per i bambini, i ragazzi fino a 18 anni, gli studenti universitari e i disabili con even- tuale accompagnatore. Prenotazione obbligatoria

Telefono per informazioni: +39 0461 216000

E-Mail info: servizio.cultura-turismo@pec.comune.trento.it

Sito ufficiale: http://www.comune.trento.it


Comunicato Stampa:
Sono diventate oramai un appuntamento fisso per gli amanti dell'arte e della cultura le visite guidate di Palazzi aperti, aficionadosche sanno che in questi fine settimana possono ammirare delle vere e proprie chicche altrimenti non visitabili per motivi logistici o per esempio perché si tratta di spazi privati.
Ma intenzione degli enti organizzatori – i comuni e la Provincia – è anche e soprattutto quella di attirare sempre nuove persone per far loro conoscere monumenti, scorci, luoghi, vie e… palazzi appunto. Una suggestiva occasione, insomma, creata per rafforzare l'identità storica ed artistica del territorio, tesa a divulgare la bella cultura appartenente a questi luoghi, testimoni indiscussi dello scorrere del tempo e guardiani protettori della storia.
“Percorsi che si intrecciano” è il fil rouge che lega le visite sulla e nella città di Trento per questo maggio 2017. La novità più importante è che – al contrario degli altri anni – quando si sceglieva un itinerario o un palazzo e si visitava solo quello – quest'anno il tour culturale sarà itinerante, per cui sarà possibile visitare diversi palazzi, all'interno di uno stesso percorso.

Verranno proposti itinerari che si intrecciano nello spazio, dove L'antico percorso del fiume Adige si incrocia con quello di Piedicastello: un borgo sul fiume, e itinerari che si intrecciano nel tempo, come Le cappelle private dei palazzi nobiliari con Tra sacro e profano, percorso dedicato alla cappella neogotica di Villa Margon.

Anche il Castello del Buonconsiglio si inserisce nel contesto attraverso le sue cappelle sacre che, a loro volta, creano un ponte temporale tra Medioevo e Rinascimento, congiungendosi ad un altro elemento sacro e storico della città, Santa Maria Maggiore. Infine i percorsi si snodano attraverso un ulteriore elemento chiave per la città: l'Università. “Palazzi Aperti” organizza un itinerario del tutto nuovo, basato sull'evoluzione nel corso del tempo di un'istituzione che, per quanto relativamente giovane, ha segnato il volto e la storia della città.

PROGRAMMA IN ALLEGATO 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI