Brescia | Museo di Santa Giulia | Prorogata fino al 1° marzo 2020
L'arte senza confini di un giovane donna di oggi incontra la bellezza di un museo ricco di storia.

Avremo anche giorni migliori – Zehra Doğan. Opere dalle carceri turche è il titolo della prima personale italiana dell’artista e giornalista curda Zehra Doğan (Diyarbakir, Turchia, 1989), curata da Elettra Stamboulis, che il Comune di Brescia e la Fondazione Brescia Musei, diretta da Stefano Karadjov, presentano al Museo di Santa Giulia.

Una mostra intensa e coraggiosa, che nell'ambito del Festival della Pace, organizzato dal Comune di Brescia e dalla Provincia di Brescia,
svela la poetica un'artista la cui arte è un penetrante distillato di vita personale e vicende di spinosa attualità, espresso tramite
una profonda complessità linguistica ed una vasta gamma di supporti e tecniche attinti dalla casualità delle contingenze, dando vita ad opere inconsuete, fragilissime e delicate, ma di forte espressività.

L'appuntamento con Zehra, che attualmente ha scelto di trascorrere il proprio esilio nella città di Londra, è fissato per sabato 23 novembre alle 16 nei suggestivi ambienti del Museo di Santa Giulia con una performance dedicata all'attivista curda Hevrin Khalaf, giustiziata in Siria un mese fa dalle milizie filo-turche.

Leggi anche:
Avremo anche giorni migliori – Zehra Doğan. Opere dalle carceri turche
Dal carcere al museo: debutta in Italia l’opera di Zehra Doğan
 

FOTO


Zehra Doğan – Poesia per un futuro possibile

Zehra Doğan, Palestina, 8 giugno 2019, Londra, Miscele naturali su tela, 92 x 97 cm | Foto: Jef Rabillon
Zehra Doğan, Palestina, 8 giugno 2019, Londra, Miscele naturali su tela, 92 x 97 cm | Foto: Jef Rabillon
   
 
  • Zehra Doğan, Palestina, 8 giugno 2019, Londra, Miscele naturali su tela, 92 x 97 cm | Foto: Jef Rabillon
  • Zehra Doğan, Hayallerim, I miei sogni, 2018, Carcere di Diyarbakir, Olio alimentare, matita nera, succo di melograno, vernice procurata clandestinamente su carta da lettera, 30 x 21 cm | Foto: Jef Rabillon
  • Zehra Doğan, Fatıma'nın Eli (Fatma's hand), 2018, Diyarbakir Prison, Federa per cuscino, tè, caffè, ricamo, penna a sfera, 34 x 58 cm | Foto: Jef Rabillon
  • Zehra Doğan, Kus Kadinlar (Bird Woman), 2019, Tarsus Prison, Penna a sfera su foglio, 150 x 142 mm | Foto: Jef Rabillon
  • Zehra Doğan, Muğdat, Muğdat Ay, ucciso all’età di 12 anni, Nusaybin, febbraio 2016, Maggio 2018, Carcere di Diyarbakir, Penna a sfera, tè su asciugamano, 92 x 144 cm | Foto: Jef Rabillon
  • Zehra Doğan, Parçalanmış birliktelik, Insieme frammentato, 2018, Carcere di Diyarbakir, Penna a sfera su pagina di atlante, 23 x 28 cm | Foto: Jef Rabillon
  • Zehra Doğan, Senza titolo, 2019, Londra, Miscele naturali su tela, 77 x 50 cm | Foto: Jef Rabillon
  • Zehra Doğan, Gever, 26 febbraio 2018, Carcere di Diyarbakir, penna a sfera, tè su asciugamano, 97 x146 cm | Foto: Jef Rabillon
  • Zehra Doğan, Özdinamik, Auto-dinamica, 2017, Carcere di Diyarbakir, penna a sfera, caffè, curcuma, succo di prezzemolo su giornale, 67 x 56 cm | Foto: Jef Rabillon
  • Zehra Doğan, Efrin, Afrin, 2018, Carcere di Diyarbakir, Rosa canina, caffè, candeggina, penna a sfera su lembo di gonna, 90 x 130 cm | Foto: Jef Rabillon
  • Zehra Doğan, Senza titolo, 2017, Carcere di Diyarbakir, Curcuma, penna a sfera su carta, 20.5 x 29.5 cm | Foto: Jef Rabillon
  • Zehra Doğan, Kervan 1, Caravan 1, 2017, Carcere di Diyarbakir, curcuma, caffè, penna da disegno su carta, 30 x 21 cm | Foto: Jef Rabillon
   

COMMENTI

VEDI ANCHE


Il nuovo Rinascimento di Tarik Berber foto | Seven Sisters M.A.C. - Musica Arte e Cultura Milano | Dal 22 al 24 gennaio 2020 Il nuovo Rinascimento di Tarik Berber Una grande esposizione antologica che mette in mostra la ricerca artistica di Tarik Berber dopo sette anni a Londra.   Monet e gli impressionisti in Normandia foto | Asti | Palazzo Mazzetti | Dal 13 settembre 2019 al 16 febbraio 2020 Monet e gli impressionisti in Normandia Dalle brume normanne, la potente felicità nel dipingere in una mostra.   Le Donne nell'Arte foto | Brescia | Palazzo Martinengo | Dal 18 gennaio al 7 giugno 2020 Le Donne nell'Arte Palazzo Martinengo di Brescia apre le porte ad una grande mostra in tributo all'intero universo femminile.   Andrea Mantegna foto | Torino | Palazzo Madama | Dal 12 dicembre 2019 al 4 maggio 2020 Andrea Mantegna Una grande mostra dedicata alla figura di Andrea Mantegna, protagonista del suo tempo.   Escher, Signore degli enigmi foto | Trieste | Salone degli Incanti | Dal 18 dicembre 2019 al 7 giugno 2020 Escher, Signore degli enigmi Una grande antologica dedicata al genio dell’artista olandese Maurits Cornelis Escher.   Dopo Caravaggio foto | Prato | Museo di Palazzo Pretorio | Dal 14 dicembre 2019 al 14 aprile 2020 Dopo Caravaggio In mostra un'approfondita ricostruzione delle vicende storiche delle opere e dell’interesse del collezionismo toscano per la pittura napoletana del Seicento.   Sulle tracce dei ghiacciai. Viaggio tra le vette del mondo foto | Bassano del Grappa | Galleria Civica | 15 settembre 2019 - 17 febbraio 2020 Sulle tracce dei ghiacciai. Viaggio tra le vette del mondo Dal diario di bordo di un fotografo innamorato della natura, un fermo immagine sull'implacabile fenomeno dello scioglimento dei ghiacci.   India Antica foto | Museo d’Arte di Mendrisio | Dal 27 ottobre 2019 al 26 gennaio 2020 India Antica Un breve ma intenso viaggio nell'arte antica di una delle più complesse e affascinanti civiltà.   Il mito di Dalí foto | Palazzo Fondi | Dal 25 ottobre 2019 al 22 febbraio 2020 Il mito di Dalí Napoli ospita un'originale e sorprendente mostra dedicata al leggendario surrealista catalano.   #FacceEmozioni foto | Torino | Museo Nazionale del Cinema | Dal 17 luglio 2019 al 6 gennaio 2020 #FacceEmozioni Una rassegna unica nel suo genere, che esplora divertendo l'universo nebuloso dell'interpretazione di volti ed espressioni, tra arte, scienza, tecnologia e comunicazione.   I 1000 volti di Lombroso foto | Torino | Museo Nazionale del Cinema - Mole Antonelliana | 25 settembre 2019 al 6 gennaio 2020 I 1000 volti di Lombroso Un focus sullo stretto legame tra fotografia e ruolo sociale della scienza sul finire del XIX secolo e l'inizio del XX secolo.   Boldini. L’incantesimo della pittura foto | Barletta | Pinacoteca De Nittis | Dal 7 dicembre 2019 al 3 maggio 2020 Boldini. L’incantesimo della pittura La città di Barletta omaggia l'opera di Giovanni Boldini con un'importante rassegna che evoca l'intensa vivacità di un'epoca memorabile.