De Nittis e Tissot a Barletta

Colazione in giardino di Giuseppe de Nittis
 

13/04/2006

La mostra “De Nittis e Tissot. Pittori della vita moderna” è la grande occasione che inaugura la nuova sede della Pinacoteca Giuseppe De Nittis di Palazzo della Marra a Barletta. La mostra intende riportare De Nittis (Barletta 1846 - Saint-Germain-en-Laye 1884) al centro dell’attenzione internazionale, coniugandola con l’esperienza artistica del pittore ed amico James Tissot (Nantes 1836 - Bouillon 1902).

La mostra nasce dalle opere della Pinacoteca De Nittis di Barletta, istituita in seguito alla donazione di 172 donate da Léontine Gruvelle alla morte dell’artista, cui si accompagnano altre opere provenienti da collezioni private italiane e francesi. I lavori di Tissot giungono per la prima volta in Italia dai più prestigiosi musei europei, tra cui La Tate Gallery di Londra e il Museo d’Orsay di Parigi. I due artisti si fecero interpreti dell’estetica della modernità borghese teorizzata da Charles Baudelaire e il percorso della mostra si snoda infatti attraverso gli scenari di Parigi e Londra della seconda metà dell’Ottocento, articolandosi in cinque magnifiche sezioni.  

Le città della vita moderna, Parigi e Londra, con splendidi dipinti su scorci cittadini e momenti di vita moderna; tra le opere di De Nittis: Nubi su Westminster, Passeggiata in carrozza, La parfumerie Violet, e tra quelle di Tissot: Trafalgar Tavern, Greenwich. Gigantografie di foto d’epoca consentono di entrare nel vivo dell’atmosfera ottocentesca. Modi e mode della nuova borghesia urbana mostra capolavori di De Nittis come Figura di donna, Passeggiata invernale, Donna con veletta, e di Tissot come Portrait, L’Eté, Le Journal, A Crach Shot, Le dimanche matin.

Gli autori sembrano seguire in diretta il movimento delle grandi città, attraverso i gesti, le soste, il rincorrersi della gente. De Nittis ritrae i piccoli mondi borghesi nelle passeggiate della nuova Parigi, lungo i viali, alle corse di Longchamps, nei viali degli Champs Elisées. Ogni figura è colta nei gesti leggeri, sempre eleganti, come gli abiti alla moda che indossa. Altro maestro della mondanità è Tissot che organizza presso il suo atelier un guardaroba di cui si serve per i suoi ritratti femminili, innamorato delle sete, dei cachemire, dei rasi, dei cappelli, dell’eleganza degli ambienti londinesi di cui è diventato interprete.

Les Soirées. La terza sezione è dedicata a teatri, concerti, salotti, dove sono ancora le donne a segnare il ritmo delle ritualità mondane, avvolte dalla luce discreta dei paralumi e con in mostra i setosi incarnati delle scollature. Interni borghesi: qui si aprono le stanze del quotidiano con i momenti più intimi, mentre All’aperto è la sezione dedicata alle scene di vita all’aperto, dove si incontrano le donne amate dai due artisti, accanto ai bambini, colti nella tenerezza della luce durante le colazioni in giardino.

De Nittis e Tissot. Pittori della vita moderna
Barletta, Palazzo della Marra
11 marzo 2006 / 02 luglio 2006
Tel: 026596888




COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >