Gli appuntamenti del mese

L'Agenda dell'Arte - Al cinema

Lampadario centrale di sala e soffitto del Cinema Teatro Dante a Sansepolcro (Arezzo), di proprietà dell' Accademia dei Risorti, progettato dagli architetti Francesco Leoni e  Salvatore Guidi, inaugurato il 1º settembre 1836 | Foto: Ajmad217 (Own work), via Wikimedia Creative Commons
 

Francesca Grego

04/07/2019

• Lo Schermo dell'Arte Film Festival – Notti di mezza estate X edizione. Fino al 22 luglio a Firenze in piazza degli Uffizi
Torna anche quest’anno la rassegna Notti di Mezza Estate di Lo Schermo dell’Arte Film Festival, il progetto internazionale nato nel 2008 e dedicato alle intersezioni tra cinema e arte, ormai riferimento consolidato per i cultori dell’immagine in movimento in Europa.
Tra gli highlight della decima edizione, il recentissimo Christo – Walking on the Water di Andrey Paoinov ricostruisce il progetto The Floating Piers del celebre land artist: la passerella giallo oro che nell’estate 2016 ha permesso a oltre un milione e mezzo di persone di passeggiare sulle acque del Lago d’Iseo nei soli 15 giorni dell’installazione.

Torna inoltre un grande successo del Festival Lo Schermo dell’Arte 2018, Moryiama-San di Ila Beka e Louise Lemoine: zoom su uno straordinario esempio di architettura giapponese contemporanea (la casa di Yasuo Moriyama progettata da Ryue Nishizawa) e sulla vita che scorre tra le sue mura.
Per finire The Price of Everything (Nathaniel Khan, 2018) indaga i motivi che hanno trasformato il mondo dell’arte in un mercato multimilionario attraverso le voci di collezionisti, art dealers e artisti. Tra questi il quotatissimo Jeff Koons, presto al centro di una mostra a Palazzo Strozzi.

• CineMarteS – Cinema sotto le stelle e visite serali al Museo d'Arte Sorlini. Dal 13 luglio al 31 agosto a Calvagese della Riviera (BS)
Star e storie del mondo dell’arte sono sotto i riflettori di CineMarte’s, che per la seconda estate invita il pubblico a trascorrere il sabato sera al Museo Sorlini. Prima di accomodarsi davanti al grande schermo, i visitatori avranno occasione di ammirare in speciali visite serali la dimora settecentesca di un prestigioso collezionista – l’industriale Luciano Sorlini - e i quasi 200 dipinti che vi sono custoditi.

Sotto le stelle lo schermo si anima con i biopic dei grandi artisti in un ventaglio di stili narrativi: dal fascino perturbante di Egon Schiele, descritto dall’omonimo film di Dieter Berner (13 luglio), al Michelangelo Infinito di Sky, interpretato da Enrico Loverso e diretto da Emanuele Imbucci (27 luglio).
Da non perdere nella serata del 10 agosto l’originale ritratto di Vincent Van Gogh (Van Gogh. Da qui all’eternità) firmato da Julian Schnabel – un grande pittore contemporaneo che racconta un’icona dell’arte di sempre – candidato all’Oscar e al Golden Globe per il migliore attore con l’intensa interpretazione di Willem Dafoe (Coppa Volpi alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia 2018). Chiude la rassegna il 31 agosto Wunderkammern, il film di Francesco Invernizzi e Magnitudo dedicato all’universo del collezionismo.

• Cinema al museo – Film dall'archivio di Lo Schermo dell'Arte. Dal 7 al 9 luglio a Lecce, Convitto Palmieri in piazzetta Carducci
Cinema e arte si incontrano nel cuore di Lecce nella rassegna di film selezionati dall’archivio di “Lo Schermo dell’Arte”: tre serate da vivere all’aperto tra storie di collezionismo, vite d’artista e le visioni di chi ha fatto delle immagini in movimento la propria arte.

Si comincia il 7 luglio con Kusama. Infinity di Heather Lenz, che ci conduce accanto a una delle più interessanti figure della scena contemporanea, la giapponese Yayoi Kusama, per andare avanti l’8 luglio con due opere del collettivo sperimentale Zapruder tra cui Salita all’Olimpo, Premio MAXXI 2019. In programma per la stessa serata New Palermo Felicissima, inedito ritratto del capoluogo siciliano girato nel corso di Manifesta 12 dall’artista Jordi Colomer, che ha rappresentato la Spagna alla Biennale di Venezia 2017, e il documentario The End of Fear di Barbara Visser, che ricostruisce un caso clamoroso: quello del dipinto Who is Afraid of Red, Yellow and Blue III dell’astrattista americano Barnett Newman, ridotto a brandelli da uno sconosciuto in mezzo ai visitatori di un museo di Amsterdam.

Leggi anche:
Apre il MarteS: da Bellini a Guardi, lo splendore della pittura veneta


COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >