Madonna Dreyfus

Leonardo da Vinci

National Gallery of Art

 
DESCRIZIONE:
Nota anche come Madonna della melagrana, la Madonna Dreyfus è il primo dipinto su tavola di Leonardo che sia giunto fino a noi. Le più antiche notizie documentate risalgono ai primi del Novecento, quando l’opera apparteneva a Gustave Dreyfus, grande collezionista parigino di arte rinascimentale. Nel 1930 fu messa in vendita e passò di mano in mano, fino ad approdare alla National Gallery di Washington nel 1952 grazie a una donazione.
 
Per anni la paternità dell’opera è stata al centro di un acceso dibattito: alcuni storici statunitensi la considerano una creazione della bottega del Verrocchio o copia di un dipinto perduto di Leonardo, mentre gli studiosi italiani ed europei non hanno dubbi sull’attribuzione al genio vinciano.
 
Ed effettivamente il dipinto ha molto in comune con la Madonna del Garofano, di poco successiva: la composizione, con la Vergine e il Bambino in un interno rischiarato da due finestre rivolte sul paesaggio collinare, l’impianto delle luci di ascendenza fiamminga, la gestualità naturale, la delicatezza quasi trasparente degli incarnati. Dettaglio esclusivo della Madonna Dreyfus è invece la melagrana che Maria tiene in mano: simbolo di fertilità ma anche presagio del sangue della Passione, che il bimbo offre alla madre con i piccoli chicchi.
COMMENTI

LE OPERE

Mappa
 
Opere in Italia
 
Opere nel Mondo