Leonardo da Vinci: 500 Years of Genius

Leonardo da Vinci: 500 Years of Genius, Denver Museum of Nature & Science

DAL 01/03/2019 AL 25/08/2019

Denver

LUOGO: Denver - 2001 Colorado Blvd. | Museo Denver Museum of Nature & Science

ENTI PROMOTORI:

Grande Exhibitions, Pascal Cotte

TELEFONO PER INFORMAZIONI: +1 303 370 6000

SITO UFFICIALE: www.dmns.org

ARTISTI: Leonardo da Vinci

PROMOTORI: Grande Exhibitions, Pascal Cotte

COMUNICATO STAMPA:

Inventore, artista, scienziato, anatomista, ingegnere, architetto, scultore, filosofo. 
Anche se Leonardo da Vinci morì nel 1519, la sua influenza è sopravvissuta e la sua straordinaria eredità prende vita nella mostra Leonardo da Vinci: 500 Years of Genius, inaugurata al Denver Museum of Nature & Science venerdì 1° marzo. 
La mostra è presentata a Denver dalla Sturm Family Foundation. 

La storia di Leonardo viene raccontata attraverso una varietà di esperienze che illustrano il motivo per cui l'ultimo uomo del Rinascimento rimane un'ispirazione per i secoli a venire. 

Sebbene Leonardo sia uno dei personaggi più famosi della storia umana, ha lasciato pochi esempi concreti dei suoi studi e delle sue opere. Ciò che è sopravvissuto si trova presso collezioni private o in esposizione permanente in un piccolo numero di rinomati musei in tutto il mondo. Fortunatamente, i creatori di questa esperienza, Grande Exhibitions, hanno collaborato con il Museo Leonardo da Vinci a Roma e con esperti di Italia e Francia per costruire le invenzioni delle macchine di Leonardo e creare bellissime riproduzioni dei suoi dipinti e dei suoi codici (libri di appunti e schizzi), intuizioni primarie del suo genio. 

Gli ospiti verranno introdotti al genio di Leonardo attraverso i codici, che Grande Exhibitions e i loro collaboratori hanno usato come "manuali di istruzioni" per costruire più di 70 invenzioni di macchine. Queste invenzioni mostrano come i principi scientifici e tecnici fondamentali di Leonardo si riflettano in molte macchine e dispositivi di oggi, tra cui l'elicottero, l'aeroplano, l'automobile, il sottomarino, il paracadute, l'attrezzatura subacquea e il serbatoio militare.

Grande Exhibitions ha affermato che gli artigiani "dovevano imparare un antico dialetto fiorentino, interpretare la stenografia e la scrittura di Leonardo, e analizzare i suoi intricati disegni, talvolta sfogliando pagine su pagine di disegni della stessa invenzione che Leonardo cercava per raggiungere la perfezione. Hanno setacciato 6.000 pagine di note per decifrare i "brevetti" che Leonardo mette nel suo lavoro: errori deliberati, informazioni fuorvianti e idee sparse".

I risultati sono le invenzioni delle macchine di Leonardo riportate in vita, utilizzando i materiali e le tecniche dell'Italia del XV secolo. Alcune invenzioni sono ridimensionate, alcune sono a grandezza naturale e altre sono sovradimensionate. Alcune hanno meccanismi che gli ospiti possono provare da soli.

Leonardo ha adottato anche un approccio scientifico alle sue opere d'arte. Era affascinato dalla meccanica del corpo umano così come dalla luce, dall'ombra e dalla percezione. Sebbene facesse parte del Rinascimento italiano e avesse creato circa 25 dipinti, gran parte del suo lavoro è andata perduto. Eppure il suo dipinto, Monna Lisa, è una delle opere d'arte più leggendarie al mondo. Un'esclusiva della mostra è I segreti di Monna Lisa, un'analisi dell'iconico dipinto condotta al Louvre dall'ingegnere scientifico e fotografo Pascal Cotte. Il display include esami super-ingranditi, una stampa a infrarossi alta 13 piedi e l'unica riproduzione a 360 gradi mai realizzata di Mona Lisa.

Gli ospiti vedranno anche riproduzioni di stampe dei dipinti fiorentini a olio di Leonardo, tra cui L'Annunciazione e la Vergine delle rocce. Un'animazione dell'Ultima Cena, un affresco spesso erroneamente percepito come un dipinto incorniciato, rivelerà agli ospiti che sebbene la tecnica usata da Leonardo fosse imperfetta, quest'opera d'arte rimane l'interpretazione più riconoscibile di questo iconico evento biblico.

Lo stesso Leonardo si stupirebbe probabilmente dell'esperienza cinematografica multisensoriale high-tech in mostra che immerge gli ospiti nelle sue opere. La tecnologia SENSORY4, all'avanguardia di Grande Exhibitions, utilizza la motion graphics e il suono surround ad alta definizione, combinati con fotografie e filmati video autentici, saturando lo spazio in una visualizzazione mozzafiato in immagini generate dal computer dei codici, dell'arte e delle invenzioni di Leonardo.
Inoltre, gli ospiti possono testare una catapulta ispirata a Leonardo e creare la propria pagina-codice con un autoritratto o uno still life. Saranno presenti anche i costruttori storici del museo nella galleria, presentando una prospettiva personale alla storia di Leonardo.

"Siamo entusiasti di portare in Colorado la mostra più completa su Leonardo da Vinci mai realizzata", ha dichiarato George Sparks, Presidente e CEO del Museo. "La passione di Leonardo nel promuovere la comprensione umana del mondo è in sintonia con noi e riflette il nostro impegno ad essere catalizzatori di curiosità nella nostra comunità".

"Questa mostra è un'altra grande opportunità per collaborare con il Museo non solo per condividere la nostra passione per la storia del mondo, ma anche per arricchire l'esperienza culturale di un pensatore visionario nella nostra amata città di Denver", ha affermato Don Sturm, presidente della Sturm Family Foundation.


CAPOLAVORI

DA NON PERDERE


FOTO



Notizie